Metaverso: la somma di tutti i mondi

Negli ultimi anni il termine "metaverso" è diventato molto popolare: è menzionato nel contesto di Fortnite, Roblox, Minecraft, Animal Crossing, nonché delle tecnologie AR e VR. Ad esempio, nel 2021, i vertici di Microsoft, Epic Games e Facebook hanno iniziato a parlare dello sviluppo del loro metaverso. E ogni azienda vede l'immagine dell'universo virtuale del futuro a modo suo.


Il metaverso è un intreccio di due mondi, fisico e digitale, quando è quasi impossibile tracciare una linea tra i mondi. Negli ultimi anni, i metauniversi sono diventati non solo un fenomeno di fantascienza, ma un oggetto di grande attenzione per le imprese e il governo. Significa che è giunto il momento di conoscere meglio questo fenomeno.


Da dove viene il nome?

Come ha affermato Zuckerberg nel corso dell’ultima conferenza, Meta significa letteralmente "fuori" in latino. Il termine Metaverse è stato coniato dallo scrittore di fantascienza americano Neil Stevenson, che ha pubblicato nel 1992 il romanzo Avalanche, che è diventato un romanzo cyberpunk di culto. Si ritiene che The Avalanche abbia ispirato i fratelli Wachowski a scrivere la sceneggiatura di Matrix. Con questa parola ha descritto il mondo virtuale in cui vivono gli avatar delle persone reali. Successivamente, questo concetto è stato trovato in altri romanzi di fantascienza, ad esempio in Ready Player One di Ernest Cline (prodotto poi come film nel 2018 da Steven Spielberg).


Il metaverso è un mondo in cui oggetti virtuali che non esistono nella realtà si fondono con cose ed eventi completamente fisici all'interno di un'unica piattaforma, un ecosistema. Un semplice esempio: nella forma del tuo digital twin-avatar, insieme ad altre persone, verrai trasportato in tante diverse rappresentazioni dell'universo, riempite, a seconda dei casi d'uso, di vari servizi, dall'educativo all'intrattenimento.


Le conversazioni sul Metaverso hanno cominciato a riemergere a metà degli anni 2010 sullo sfondo dell'emergere di dispositivi di realtà aumentata (Google Glass) e di realtà virtuale (Oculus). La realtà aumentata comporta l'"applicazione" di elementi virtuali alla realtà reale. Ad esempio, se un utente guarda il mondo che lo circonda attraverso gli occhiali per la realtà aumentata, può fornirgli ulteriori informazioni sugli oggetti della vita reale.


70 anni fa i computer erano appannaggio degli ingegneri, ma ora il 60% degli abitanti del mondo utilizza Internet: le tecnologie sono diventate molto più semplici e accessibili. Continuando questa logica, ingegneri e scrittori di fantascienza sono giunti al concetto di Metaverso.


Il metaverso dovrebbe diventare la fase successiva nello sviluppo delle tecnologie informatiche: diventeranno il più semplici e convenienti possibile per le persone. La caratteristica principale del Metaverso è la sfocatura dei confini. Siti su Internet, social network, messaggistica istantanea, giochi, applicazioni si fonderanno in un unico grande mondo virtuale. E questo stesso mondo virtuale diventerà una continuazione di quello reale.



Quali tecnologie saranno necessarie per creare il Metaverso

Per creare il Metaverso potrebbero essere necessarie diverse tecnologie. Alcune di loro sono abbastanza reali e addirittura esistono già. Altre sembrano ancora in qualche modo fantastiche.


Gli esperti ritengono che la condizione chiave per lo sviluppo del Metaverso sia già soddisfatta. Questa condizione è Internet ad alta velocità in grado di trasmettere enormi quantità di informazioni. In particolare, le reti 5G e Wi-Fi 6 hanno il potenziale per la trasmissione dei dati, che è difficile da realizzare pienamente solo con i servizi di streaming o l'Internet of Things. Tuttavia, è la realtà virtuale che potrebbe richiedere la trasmissione di dati in tali volumi e a una velocità tale che le reti 5G possono fornire. Molte app Oculus oggi utilizzano la grafica preinstallata e la quantità di informazioni trasferite sulla rete è piuttosto ridotta. Tuttavia, poiché tali compiti appaiono come la presenza virtuale di due interlocutori (fisicamente situati in luoghi diversi) nello stesso spazio virtuale, il volume di traffico aumenterà.