Dieci esempi di realtà virtuale e AR nel campo dell’Istruzione e della Ricerca

Extended Reality (XR) è un termine relativamente nuovo che viene ora utilizzato per riassumere tutte le tecnologie simulative: realtà virtuale, aumentata e mista (VR, AR, MR). In termini di prodotti specifici, il prefisso XR significa che il dispositivo combina diverse tecnologie. Ad esempio, HumanEyes ha una fotocamera chiamata Vuze XR che può essere utilizzata per registrare sia video sferici standard che video stereoscopici a 180 gradi.


In questo articolo, vi forniremo dieci esempi preferiti di come educatori e ricercatori utilizzano la realtà aumentata e virtuale per aiutare gli studenti a imparare e ad impegnarsi in classe ed oltre.




1. Dare vita ai concetti scientifici con la realtà aumentata. Ora possiamo usare la realtà aumentata per creare un tornado, quindi portare l'imbuto direttamente in classe in modo che gli studenti possano sperimentare da vicino queste tempeste distruttive. Oppure gli studenti possono fare un AR tour di un alveare per vedere il suo funzionamento interno ed esplorare come le api lavorano insieme per supportare la comunità.


2. SkyView è un'applicazione che aiuta gli studenti ad esplorare l'universo: utilizando la fotocamera di un telefono Android puntato verso il cielo gli permetterà di identificare qualsiasi stella, pianeta o costellazione visibile. E’ possibile persino distinguere satelliti come Hubble o ISS. Inoltre, toccando uno qualsiasi degli elementi visibili a schermo, è possibile ottenere ulteriori informazioni come il nome, il raggio, la distanza dal suolo.


3. L'app di dissezione virtuale Froggipedia consente agli utenti di eseguire autopsie e visualizzare l'anatomia delle rane senza l'animale stesso. I metodi vecchi di studio prevedevano l'autopsia degli animali nelle classi, una pratica crudele e arcaica. Tradizionalmente, questo richiedeva la rimozione di rane ed altre creature dal loro habitat naturale, quindi il loro trasporto su lunghe distanze e quindi la loro uccisione per la dissezione.

Ma Froggipedia, sviluppato dalla società indiana Designmate, consente agli insegnanti di educare i propri studenti sul ciclo di vita della rana, nonché sulla complessa struttura della sua anatomia, senza la necessità di una vera dissezione. Invece, gli utenti sezionano una rana 3D realistica.




4. Insegnanti e studenti si stanno muovendo verso nuovi modelli di apprendimento con un apprendimento meno diretto, una collaborazione più remota e un apprendimento più autodiretto. HoloLens e le app di realtà mista possono essere ottimi strumenti per supportare questi nuovi paradigmi educativi. Con la realtà mista, gli educatori possono semplificare l'insegnamento in discipline complesse come anatomia, chimica molecolare, progettazione architettonica e altro, consentendo agli studenti di comprendere meglio i concetti chiave attraverso l'uso della visualizzazione spaziale. Microsoft HoloLens ha sviluppato un modo per consentire a studenti di medicina e medici di conoscere il corpo umano utilizzando la realtà mista. Gli studenti possono fluire attraverso il flusso sanguigno, isolare, ingrandire e persino camminare all'interno dei componenti del corpo umano non solo per comprendere l'anatomia, ma imparare a trattare diverse condizioni mediche.


HoloLens ha una comprovata esperienza nel miglioramento dell'archiviazione delle conoscenze, consentendo agli studenti di apprendere in 3D e interagire facilmente con altri studenti e insegnanti per il supporto di cui hanno bisogno.


5. Grazie alla sua natura altamente immersiva, la realtà virtuale può portare gli studenti in luoghi diversi e anche in tempi diversi. Un ottimo esempio viene da “1943: Berlin Blitz”, un'esperienza VR prodotta per la BBC da Immersive VR Education. Ricreando gli eventi del 3 settembre 1943, questa esperienza ritrae la vera storia di un bombardiere Lancaster in missione a Berlino.

L'esperienza VR ha ricreato questo evento storico, utilizzando una miscela di simulazioni VR e registrazione di archivi reali dall'interno dell'aereo. Questo è un modo perfetto ed eccezionale di dare vita alla storia e rendere gli eventi storici più accessibili.


6. Google ha lanciato l'app Google Expeditions con il proprio visore VR Cardboard, che aiuta rendere i tour didattici virtuali più accessibili a studenti e insegnanti. Il servizio consente di visitare centinaia di luoghi, come famosi musei, gallerie, monumenti architettonici, anche il campo base sul Monte Everest o portarli a visitare il Louvre. Da allora, l'azienda ha rivisto lo sviluppo della direzione VR, a seguito della quale è cessato il supporto per la piattaforma Daydream VR, e Cardboard è diventato un progetto open source.


7. La realtà virtuale può rendere l'apprendimento delle lingue più semplice e consente anche l’esercitazione con un discorso di fronte a un pubblico virtuale prima di salire su un palco reale, più coinvolgente e meno intimidatorio. VirtualSpeech ha rilasciato un tutorial basato sulla realtà virtuale per gli utenti che hanno bisogno di imparare le lingue per essere più competitivi sul lavoro. L'ambiente fotorealistico dell'applicazione preparerà l'utente a situazioni aziendali reali (colloqui, riunioni di gruppo, discorso, ecc.). L'app è anche in grado di analizzare il parlato, informando l'utente sulla sua fluidità, ritmo, contatto visivo..




8. Il Museo delle Belle Arti VR di Steam consente agli utenti di vedere da vicino dipinti e sculture di livello mondiale, inclusa la Gioconda, senza combattere con la folla o avere a che fare con vetri protettivi, permettendo loro di indagare negli archivi e scoprire la storia delle opere d'arte. Questo ambiente museale virtuale contiene tanti modelli di opere d'arte antiche del mondo reale, provenienti da molte antiche culture dell'Europa, dell'Asia e del Nord Africa. Le vere reliquie antiche che si trovano in mostra nei grandi musei di tutto il mondo sono state foto-scansionate da IGIIID.


9. La realtà virtuale ha visto molte implementazioni nel settore dell'insegnamento e della simulazione, dalla chirurgia cerebrale alle operazioni militari. La formazione delle forze dell'ordine basata sulla realtà virtuale (VR) è ora disponibile per gli agenti di polizia per prepararli in modo rapido e sicuro a varie situazioni. Utilizzando la realtà virtuale per addestrare gli agenti ad affrontare disordini o arrestare persone in situazioni specifiche nel tentativo di rendere le strade più sicure sia per i cittadini che per gli agenti.


10. L'apprendimento delle lingue può sembrare molto teorico quando si leggono libri, ma le società di software educativo di realtà virtuale come Mondly possono fornire un'esperienza di apprendimento linguistico coinvolgente senza dover viaggiare in un paese straniero. Mondly è una piattaforma per l'apprendimento delle lingue disponibile su iOS, Android e sul Web, utilizzata da 70 milioni di persone in oltre 190 paesi.

Mondly ha lanciato il primo chatbot di riconoscimento vocale per l'apprendimento delle lingue e un anno dopo, gli utenti sono stati in grado di utilizzare MondlyVR, la prima app di realtà virtuale per il riconoscimento vocale.


12 visualizzazioni0 commenti