Il Futuro dei Beni Culturali è il Museo Immersivo

La realtà virtuale è una sorta di parvenza del mondo che ci circonda, creata artificialmente con l'aiuto di mezzi tecnici e presentata in forma digitale. Gli effetti creati vengono proiettati sulla coscienza umana e consentono di provare sensazioni il più vicino possibile a quelle reali. La tecnologia VR è nata negli anni '90, ma ora sta vivendo un vero e proprio boom. Presto, gli occhiali per realtà virtuale non saranno solo necessari per ogni videogiocatore, ma saranno anche richiesti in molte professioni.


Studio e adattamento di nuovi approcci all'interpretazione della cultura e del patrimonio culturale sono sempre più incluse nella nostra vita ultimamente. Le tecnologie della realtà virtuale e le loro applicazioni si stanno sviluppando intensamente. L'uso di tali tecnologie nella cultura e nell'arte apre grandi opportunità, poiché forniscono l'effetto della presenza dello spettatore al centro di eventi culturali. Uno degli approcci promettenti e attualmente attivamente sviluppati alla creazione di contenuti per i sistemi di realtà virtuale è la tecnologia video a 360°, che consente di creare video panoramici con vari gradi di interattività, in cui lo spettatore controlla l'angolo di visualizzazione del video a piacimento.


Tale video può essere visualizzato sia in un casco per realtà virtuale (ad esempio, in Oculus Rift, Samsung Gear VR, HTC Vive, ecc.), sia utilizzando un'applicazione speciale su uno smartphone, mentre l'immagine cambia in base alle preferenze dell'utente. È possibile visualizzare video a 360° sul display di un personal computer. In quest'ultimo caso, l'utente controlla la vista utilizzando il mouse o la tastiera.

Il video panoramico a 360° svolge un ruolo importante nella conservazione e nell'accesso al patrimonio culturale.


Questa tecnologia offre un'opportunità unica di vedere con un effetto immersivo non solo gli archivi chiusi al pubblico dei musei, ma anche i monumenti storici ricostruiti che sono stati distrutti dal tempo o dalle circostanze (ricostruzione virtuale 3D). Inoltre, la realtà virtuale è un'opportunità unica per le persone con disabilità di viaggiare e camminare per il mondo.


Anche la tecnologia di scansione 3D si è diffusa nel campo della conservazione e del restauro del patrimonio culturale. Molti monumenti architettonici sono a rischio di danneggiamento a causa dell'influenza del tempo, dell'ultravioletto (luce solare) e dell'erosione che lentamente ma inesorabilmente distruggono tutto ciò che incontra. I monumenti architettonici spesso decadono e crollano per mancanza di fondi per il loro restauro, cadono in demolizione a causa della costruzione di un altro centro commerciale o complesso residenziale, subiscono durante i conflitti armati, a causa di incendi o negligenza.


La conservazione e il restauro dei monumenti architettonici e di ogni altro bene culturale è un tema di attualità e importanza. La tecnologia di scansione 3D può acquisire modelli 3D con il metodo di scansione senza contatto per preservare i dati degli oggetti per le nuove generazioni. Utilizzando la scansione 3D di oggetti culturali in combinazione con una piattaforma online o una tecnologia di realtà virtuale, è possibile costruire un museo online per consentire alle persone di viaggiare comodamente da casa e vedere molte reliquie culturali e eventi storici.

La creazione di archivi di modelli per una varietà di musei, consente di utilizzare questi dati in presentazioni video interattive, salvare e condividere modelli rari con altri musei e le generazioni future. Con l'aiuto delle innovazioni tecnologiche, i musei sono diventati immersivi per far conoscere ai loro visitatori il lavoro e la vita di artisti famosi.